filo_decespugliatori

Come scegliere il miglior filo per decespugliatori?

Filo per decespugliatore

Come scegliere il miglior filo per decespugliatori?

Scegliere il miglior filo per decespugliatori è una questione di non poco conto quando si devono effettuare dei lavori di giardinaggio e manutenzione del verde. Ovviamente, non esiste un filo migliore di tutti gli altri, ma solo il filo più adatto alle vostre specifiche esigenze: un professionista e un privato usano il decespugliatore con frequenze molto diverse, un giardino e un prato comportano difficoltà diverse, e così via.

Ecco, quindi, una guida completa al filo per decespugliatore professionale che farà chiarezza sulle diverse tipologie di prodotti e sulle variabili da tenere in considerazione prima dell’acquisto.

Fili per decespugliatori: come sceglierli?

Le prime considerazioni da fare, quando si tratta di acquistare un nuovo filo per decespugliatore, sono:

  • La frequenza con la quale si effettuano i lavori di taglio e manutenzione;
  • La grandezza dell’area verde da tagliare;
  • Il tipo di terreno (prato d’erba, con o senza arbusti, fossi o bordi, ecc.);

In altre parole, il filo dev’essere scelto in base al tipo di lavori che si andranno ad effettuare – per questo può essere utile per un privato (ed è fondamentale per un professionista) avere a disposizione diversi fili per decespugliatore.

Un filo con spessore inferiore ai 3 millimetri è perfetto per un comune giardino con erba molto sottile, perché consente un taglio agevole e veloce, anche sui bordi. I prati di grandi dimensioni, così come i prati pieni di erbacce alte e dure, richiedono invece un filo spesso almeno 3 millimetri. Nel caso siano presenti anche dei rovi, è consigliabile utilizzare un filo per decespugliatore resistente di nylon con anima in acciaio. Quando, poi, si tratta di lavorare su un terreno molto difficile e particolarmente sporco, lo spessore del filo può arrivare anche a 3,5 millimetri, mentre i fili da 4 millimetri sono da riservare a campi davvero molto esigenti.

La potenza del motore del decespugliatore è poi il secondo elemento da tenere in considerazione. In linea di massima, più è alta la cilindrata del motore e più la macchina può sopportare un filo spesso. Anche in questo caso, però, bisogna prima tenere conto del tipo di verde che si andrà a tagliare. Erbe più spesse e dure fanno maggiore resistenza al movimento del filo, e quindi richiedono al motore uno sforzo maggiore. Sebbene l’esperienza giochi un ruolo importante nella scelta del giusto filo per il motore a disposizione e per il lavoro che si andrà ad effettuare, in linea di massima si può dire che per decespugliatori da 25 cc vanno benissimo fili fino a 2.4mm, con motori fino a 35 cc si può arrivare a fili da 2.7mm, mentre motori superiori a 40 cc richiedono fili più spessi, fino a 3.5mm.

Tipologie di fili per decespugliatore

In commercio è possibile trovare almeno quattro tipi di fili per decespugliatori. Ognuno di essi ha delle caratteristiche specifiche, che lo rendono perfetto per alcuni lavori e meno adatto per altri.

  • Filo per decespugliatore tondo

Il filo a sezione tonda, in quanto più aerodinamico, è quello che offre la minore resistenza all’aria. Il taglio risulta quindi più preciso e meno rumoroso, sebbene si consumi più in fretta.

  • Filo per decespugliatore quadrato

Meno preciso di quello tondo, il filo a sezione quadrata è più aggressivo e rumoroso. È perfetto per grandi campi, ma si rovina facilmente quando si effettuano tagli vicino alle bordature, ai muretti o alle reti.

  • Filo per decespugliatore pentagonale elicoidale, o a stella

Il filo a stella per decespugliatore combina una bassa resistenza all’aria con uno spigolo acuminato all’impatto col taglio, ma è più adatto a lavori su giardini o arbusti fini.

  • Filo per decespugliatore in acciaio

L’anima in acciaio permette a questo filo per decespugliatore professionale di essere più sottile, più leggero più forte e incredibilmente resistente all’usura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.